Le nuove tecniche del coaching

19 Maggio 2005

“Tutto ciò che può essere fatto con poco, invano viene fatto con molto”
Guglielmo di Occam

Per poter vivere e crescere nell’ambito lavorativo risulta determinante non solo possedere capacità tecniche o di “contenuto”, ma anche risorse relazionali, gestionali ed organizztive per poter affrontare sfide professionali a cui spesso non siamo preparati. Lavorare ad un certo livello significa anche gestire delle emozioni (proprie e dei collaboratori), creare gruppo, avere delle visioni a medio e lungo termine e gestire conflittualità e situazioni di cambiamento, crisi ed emergenza.
Come ogni giocatore trova nel suo allenatore un punto di riferimento in momenti critici della gara, così un coach può accompagnare una persona nei momenti difficili della propria vita professionale. Il coach non è un terapeuta, un confessore, un amico a pagamento o una guida spirituale, ma un esperto della relazione e dei processi: interviene chiamato da una persona che si vuole confrontare, la accompagna per un certo periodo, le trasmette un modus operandi che possa risolvere problemi immediati e prevenire disagi futuri ed alla fine esce di scena evitando l’ “alone magico del guru”.
L’obiettivo di questo seminario è presentare il nuovo libro sul Coaching (Castelnuovo Gianluca, Demi Barbara, Le nuove tecniche del coaching. Per favorire la crescita personale in azienda, De Vecchi Editore, 2005) che raccoglie i principali contributi di ETLINE e Associati nell’area del coaching: c’è spazio per le tecniche di PNL, l’approccio dell’Analisi Transazionale ed altri spunti di professionisti che da anni lavorano in questo ambito.

Barbara Demi, Gianluca Castelnuovo, Manuela de Simone, Anna Lazzizzera, Nestore Zini

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *